lunedì 16 aprile 2018

PROGRAMMA GIORNALIERO PER MANTENERSI GIOVANI


Ecco  un programma di massima, basato su criteri razionali, per  mangiare giusto e bene fino al traguardo della vecchiaia.
Al mattino, prima della colazione, è consigliabile bere mezzo bicchiere d'acqua fresca (pura o minerale), o di succo di frutta o di pomodoro. Dopo il sonno, questa “ doccia fresca " servirà a risvegliare l'apparato digerente, specialmente nei casi di inappetenza abituale.
La prima colazione deve essere sostanziosa, per prepararvi al lavoro della giornata, ma leggera, per non caricare lo stomaco con cibo voluminoso e poco digeribile. Senza questa colazione (come è abitudine di molte persone), Io stomaco rimane vuoto fin dalla sera precedente e la sua capacità digestiva, legata a un ritmo di lavoro regolare, diminuisce. Per una colazione come si deve, potete prendere: una tazza di latte caldo (con tè, con caffè, o con cacao) e un paio di fette di pane con burro, marmellata o formaggio.

A mezzogiorno e alla sera, per il pranzo e per la cena, non ci sono regole fisse, data la varietà di gusti e abitudini individuali. Si può dire però che il pranzo deve essere il pasto principale solo se si ha a disposizione il tempo sufficiente per una digestione tranquilla.
In caso contrario esso dovrà essere sostanzioso, ma leggero e di volume limitato e sarà la cena il pasto principale: essa però non dovrà mai essere consumata troppo tardi o troppo vicino al momento di andare a letto.
Sia per il pranzo sia per la cena il primo piatto può essere un brodo (che stimola l'appetito e la digestione), o un piatto di pasta o riso. Il brodo deve essere ristretto e caldo, e la pasta o il riso devono essere ben conditi (con piselli, formaggio, pomodoro, ecc.) e mai troppo cotti. Le persone delicate di stomaco o di fegato devono evitare tutte le salse piccanti e i condimenti grassi. Il condimento migliore per loro è il pomodoro fresco.
Le pietanze sono lasciate alla abilità e al gusto di chi cucina, ma anche per esse valgono le regole suddette di semplicità, valore nutritivo, facile digeribilità e volume non eccessivo

Nessun commento:

Posta un commento